fotografo ergo sum

Luogo

IEFCoS
Via Lovanio, 11 Roma
QR Code

Data

16 Feb 2018

Ora

15:30

Etichette

Per tutti

Fotografo Ergo Sum

“PAESAGGI DELLA MENTE”

a cura di Nanni Di Cesare

 

La fotografia come immagine impressa (dal latino imprimere: lasciare un’impronta) cattura, condensa e comunica emozioni, stati d’animo, frammenti di identità.

E’ un gioco di rispecchiamenti tra chi fotografa, il fotografato e chi la fotografia la guarda.

L’immagine presentifica ricordi o persone e diviene scrittura, “tela” su cui gli elementi tecnici si mettono al servizio di quelli emotivi.

 

Silvia Vitiello psicoterapeuta curiosa di contaminazioni artistiche

Pietro Grappasonni, fotografo. “La fotografia in oltre 20 anni si è trasformata e mi ha trasformato, aprendo nuove possibilità di crescita personale (laboratori di fotografia nelle scuole elementari e nei centri accoglienza per rifugiati politici)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.